stemma FSMI

Figli di Santa Maria Immacolata

Missione

Lo scopo della Congregazione e ‘la perfezione della carità che si ottiene attraverso la pratica dei consigli evangelici vissuto nei tre voti di povertà, castità e obbedienza, e con l’apostolato in intima unione con Gesù Cristo, sommo ed eterno Sacerdote.

Il nostro apostolato è…

Il sentiero tracciato dal fondatore e dalla tradizione della nostra Congregazione che ci indicano la direzione e la comprensione della realtà che abbiamo di fronte.

Le persone che quotidianamente incontriamo ci spingono ad operare per loro nel Regno di Dio con un apostolato…

 …vocazionale

L’apostolato vocazionale appartiene organicamente a tutta la Congregazione e ne manifesta la dimensione più vitale. Esso traduce in trasparenza la sponsalità e la paternità spirituale di ogni confratello; è infatti una interiore necessità quella di comunicare la vita.

I Figli di Maria guardano alla Vergine che con il suo “SI” ha permesso la nascita di Gesù e da Lei imparano a rispondere alla divina chiamata e a realizzarla nella vita e nell’apostolato.

È molto significativo correlazionare il nostro nome-identità “Figli di Maria” e il nostro ruolo: promuovere (generare) vocazioni alla Chiesa.

“L’attività vocazionale sempre urgente ed essenziale alla Santa Chiesa di Dio, è apostolato specifico dei Figli di Santa Maria Immacolata”. (Costituzioni, 164)

“Seguendo l’esempio del Frassinetti, abbiano cura del clero attuando e potenziando opere idonee alle necessità spirituali e formative del clero stesso”. (Costituzioni, 167)

Ogni Figlio di Maria accompagna un giovane o un gruppo di giovani a scoprire la strada della propria vocazione…per realizzare il progetto di Dio

…educativo e giovanile

“Nella gioventù stanno le speranze dell’avvenire, e questa è la porzione della società la più insediata ai nostri giorni” (Frassinetti, Opere ascetiche, vol.2, pag. 535)

 

La chiamata dei Figli di Maria all’educazione e all’apostolato per e tra i giovani ha avuto, lungo tutta la loro storia sempre una risposta di attenzione, adattandosi alle esigenze dei tempi e dei luoghi. Alle nostre opere fa capo un numero molto alto di giovani e per essi vengono impegnate molte forze e molte risorse.

“Parla da padre, parla da fratello, parla da amico; riusciranno piene di grazia le tue parole e volentieri saranno udite”. (Frassinetti, Opere ascetiche, vol.2, pag. 535)

Lo stile educativo dei Figli di Maria si può riassumere in tre caratteristiche:

Fare famiglia. È un aspetto che ci raccorda con la famiglia di origine del giovane in stato di educabilità e ci invita a generare un ambiente di confidenza, di dialogo, di responsabilità e di amore reciproco, da ciò i giovani sentano che sono importanti per noi non solo come alunni, ma anche come persone amate da Dio.

Interiorità. Educare è creare una relazione a livello profondo che ci porta alla trascendenza lì dove sorge l’uomo e se ne intravvede il volto per aprirlo al dialogo e alla libertà.

Segno mariano. I Figli di Maria vogliono imitare la carità di Cristo, testimoniata da Maria. Guardare a Maria è un dovere del cuore e del pensiero per ricevere da lei la nostra fisionomia spirituale per poi ritrasmetterla.

La scuola è un mezzo insostituibile per riaffermare la nostra vocazione educativa. Tale lavoro è un servizio di carità tra i più urgenti in quanto opera in quella fascia di età nella quale i valori umani e cristiani si delineano, prendono consistenza e si strutturano per la vita.

“Attraverso il lavoro apostolico nella scuola la Congregazione intende edificare tra i giovani i valori umani e cristiani, educandoli a promuovere efficacemente il bene della società ed insieme preparandoli al servizio del regno di Dio, così che diventino fermento di salvezza nella comunità cristiana.” (Costituzioni, 172)

Condividi su Facebook